In questi ultimi anni è stato riconosciuto in tutto il mondo l’importanza dell’utilizzo dei Social Network per promuovere o semplicemente far conoscere la propria azienda.

L’uso dei social network per aziende e professionisti si basa sull’attitudine. Ovvero sulla capacità di mettersi in gioco, di comunicare e di interagire con le persone.

Anche in Italia, infatti l’86% delle aziende ritiene i social fondamentali per il proprio brand, ciò non vuol dire che li utilizziamo correttamente.

I SOCIAL FUNZIONANO SOLO SE SI E’ PREPARATI!

La maggior parte delle aziende affida la gestione dei social network a personale interno o comunque si preferisce il “fai da te”. Questo accade perché, i social, vengono visti ancora come una cosa per cui non serve preparazione, nonostante se ne comprenda il valore. Il risultato è una gestione inefficace e profili/pagine abbandonate dopo le prime difficoltà. E questa è un’occasione sprecata.

Per ottenere dei risultati per la vostra azienda e portare traffico sui social è importante porsi una domanda: cosa comporta, per la mia impresa, essere presente sui social?

La scelta di aprire un profilo social non può essere frutto di improvvisazione.

Deve essere pianificato e studiato per essere sicuri che porti a qualcosa di positivo per l’azienda e che non sia una perdita di tempo.

Inutile dire che i social portano visibilità, in quanto ormai le persone oggi li utilizzano come canale informativo e presentano numerosi vantaggi, come ad esempio, monitorare la propria reputazione e quella dei competitor, velocizzare la diffusione delle informazioni e costruire relazioni con gli utenti, ma ci sono anche aspetti negativi che se non si è preparati potrebbe compromettere la figura dell’azienda come l’esposizione a commenti critici la pubblicazione di contenuti non coerenti e dannosi e in più il rischio di non mantenere aggiornati i profili.

Noi, che siamo esperti del settore, ci teniamo particolarmente a questa tematica e ciò che volevamo trasmettere, tramite questo articolo, è che bisogna essere preparati e porsi degli obiettivi per non lasciare nulla al caso.

Solo con l’analisi e la conoscenza dei propri limiti sarà possibile evitare fallimenti.